NATURA PENSANTE

NATURA PENSANTE

Periodo: 24 agosto – 3 settembre 2017
Location: Palazzo Borelli – via Martiri e Caduti per la Libertà 1 – Demonte (CN)
Inaugurazione
: giovedì 24 agosto 2017 – ore 17.00
Orario: da mercoledì a venerdì dalle 16.30 alle 18.30 | sabato e domenica dalle 10.30 alle 12.00

LA MOSTRA

George Bernard Shaw scrisse: “Si usa uno specchio di vetro per guardare il viso, e si usano le opere d’arte per guardare la propria anima”.

La 27ª edizione della Mostra di Arte Contemporanea promossa dall’Associazione Culturale “Amici di Demonte”, che si terrà nella splendida cornice di Palazzo Borelli, avrà come titolo “Natura Pensante” e vedrà la presentazione di numerose opere dell’artista ligure Carmen Spigno, appartenenti a diversi contesti temporali. Le terre ci parlano del suo amore profondo per la Natura e dell’amarezza per le deturpazioni prodotte dall’Uomo su di essa, le terre raccontano di gioie, problemi, conflitti … sono un libro aperto per chi vuole leggerle. In questa mostra si potranno apprezzare tipologie diverse del suo lavoro, che comprendono la matericità più spinta ed il “racconto segnico”, come in punta di pennello, e che si delineano in armonie naturali.

La pittrice Carmen Spigno all’opera

Infatti la Spigno, nei suoi lavori, spazia da un materiale all’altro, tenendo saldo un’unica sostanza pittorica, che è la terra, legata con resine naturali. I supporti che ricevono la terra spaziano dalla carta al legno, alla tela, al sughero, alla juta … e creano, come afferma la critica d’arte romana Clotilde Paternostro, “forme senza tempo e magnifiche invenzioni. Ama la terra Carmen Spigno; l’amore per la campagna è il veicolo che conduce l’artista a pitture inusitate, inedite. Ama la terra l’artista ma non la terra in senso lato bensì la terra quale zolla, elemento vivo della campagna; terra quale zolla lavorata e impastata, stesa con le dita sulla tela o su qualsiasi supporto possibile (carta, legno, stracci).
La mano lavora la zolla che posta al sole diviene pulita, sgranata dai residui; passata al setaccio si muta in polvere; mescolata poi, questa, alla resina degli alberi da frutta (collante perfetto), forma un amalgama denso, e la mano ancora lo plasma lasciando “impronte”, e “tracce” sugli alberi soprattutto. Un quid panteistico e affascinante, mondo primigenio; la natura per la natura.senza tempo e magnifiche invenzioni”
.

Per quale motivo l’artista ha voluto intitolare questa mostra “Natura Pensante”?

«Semplice, – risponde la stessa. – La materia, in mano all’artista diventa pensiero, ovvero l’artista, attraverso la materia, comunica il suo pensiero e rivela le sue emozioni, che vengono trasmesse agli altri.»

Come scrisse la critica savonese Silvia Bottaro, “Le opere di Carmen Spigno ci offrono l’occasione per guardare la nostra anima, in quanto possono essere lette come “pensieri pensati”, come tracce del profondo ancestrale vergate dalla notte dei tempi sui materiali che lei usa indagare abitualmente”.

Approfondendo il discorso, in fine, si giunge ad intuire come nelle opere della pittrice prevalga una sorta di ricerca panteistica nella Natura stessa.

 

Alcune delle opere che saranno poste in mostra sono già visibili qui sotto.

L’artista ligure sarà presente all’inaugurazione con i suoi colleghi ed amici e sarà felice  di illustrare il suo lavoro. La Spigno è molto legata al territorio cuneese, e nella fattispecie con la cittadina di Demonte, nella quale operano artisti con i quali ha già esposto in passato e con i quali collaborerà ancora in futuro. Questa mostra rinvigorisce e rinsalda legami di amicizia e di interscambio culturale con le diverse realtà ivi operanti.

ENTI PATROCINANTI

  • Comune di Demonte
  • Associazione Culturale “Amici di Demonte”

PRESS ROOM

Di seguito vengono proposti la locandina, l’invito, il manifestino con le info, alcune foto della location ed il comunicato stampa.

COMUNICATI

  • Natura Pensante – Comunicato Stampa »

LOCATION

RASSEGNA STAMPA

***