Site icon amicinellarte.it

UCRAINA / RUSSIA. LE RADICI DI UN CONFLITTO

#paolovettoriscrittore

Location: Salone Internazionale del Libro – Sala Indaco / Lingotto Fiere – Torino
Presentazione
: lunedì 23 maggio 2022
Orario: dalle 17.00 alle 16.00

LEVENTO

PRESENTAZIONE

Come da consolidata tradizione, la manifestazione letteraria che per cinque giorni trasforma Torino nella capitale della cultura, incontrerà la comunità del libro in questo mese di maggio. La 34ª edizione si svolgerà infatti da giovedì 19 a lunedì 23 maggio 2022 presso gli spazi di Lingotto Fiere.

Lunedì 23 maggio 2022, alle ore 15, presso la Sala Indaco del Salone Internazionale del Libro di Torino, verrà presentato l’ultimo lavoro di Paolo Vettori, ovvero l’“instant-book” Ucraina/Russia. Le radici di un conflitto, libro pubblicato per i tipi della casa editrice aretina Edizioni Helicon.

L’evento sarà curato da Cristiana Vettori, psicologa, psicoterapeuta e counsellor professionista.

Il tema trattato dal libro di Paolo Vettori assume una valenza fondamentale nel contesto storico in cui stiamo vivendo e diviene una sorta di “vademecum” inteso a dipanare l’intricata matassa delle motivazioni che hanno indotto i due paesi ad affrontarsi in un contesto bellico.

L’esposizione di queste tematiche, ben sviluppate e spiegate con dovizia di particolari politico-storici da parte dell’autore ben si attaglia con la scelta che la 34ª edizione del Salone ha voluto prevedere, in un momento storico così complesso, segnato da una violenza e una conflittualità che si credevano superate in Europa, ovvero l’istituzione di una vera e propria Casa della Pace.

Uno spazio fisico dedicato al dialogo, all’incontro, all’informazione sulle iniziative di solidarietà del territorio e al racconto di esperienze virtuose, in cui ONG, reti solidali, soggetti del terzo settore impegnati a diverso titolo sull’emergenza in Ucraina potranno condividere con i visitatori esperienze e storie.

IL LIBRO

INTRO

Quattordicesimo libro di Paolo Vettori.

Lo scopo di questo “instant-book” è essenzialmente quello di fornire un quadro di riferimento storico, che possa aiutare il lettore a capire come sia maturata la decisione del “signore del Cremlino” di scatenare un attacco non limitato alla regione del Donbass ma che investe l’intera Ucraina, in primis la capitale Kiev, con i suoi tre milioni (e più) di abitanti.

« Con la pubblicazione di questo “instant-book” Paolo Vettori mette a frutto anni di esperienza e conoscenza del “mondo russo”, maturate durante i suoi molteplici viaggi negli stati dell’ex Impero Sovietico, a partire dal 2011, tutti documentati dalla stesura di un libro.

Non è un segreto, infatti, che l’autore sia affascinato dai racconti di “prima mano” da parte degli interlocutori che trova in quei luoghi, brani recuperati proprio in occasione delle sue “puntate” nei territori già appatenuti alla “Grande Madre Russia”.

L’onestà intellettuale di Paolo Vettori ed il suo obiettivo distacco dalle persone e dagli eventi narrati lo pongono in una situazione di oggettiva imparzialità, un osservatore “super partes” che delinea la reale condizione di ciò che sta accadendo ad un paio di ore di volo da noi.

La lettura di “Ucraina / Russia. Le radici di un conflitto” strappa quel velo di bugia, creato ad hoc sui media da giornalisti di parte e dalle numerosissime fake news ingannevoli, lasciando così al lettore la nuda realtà dei fatti.

Ecco perchè, a distanza di oltre due mesi dall’inizio del conflitto fra Ucraina e Russia, un tempo sottoposti al medesimo regime, risulta necessario sentire una voce autorevole, suffragata dagli argomenti tratti dal contesto storico e raccolti sul campo dall’autore, al tempo stesso fine storico, turista curioso e giornalista sempre assetato di informazioni, che ci restituiscono una visione completa delle radici di questo scellerato conflitto. »

a cura di Pascal McLee

L’AUTORE

BIOGRAFIA

Paolo Vettori è nato a Poppi, in provincia di Arezzo, il 30 Maggio 1948 e si è laureato in Scienze Politiche, all’Università di Pisa, nel Novembre 1971. Ha lavorato presso le strutture territoriali del Ministero del Lavoro per circa 39 anni, a partire dal Novembre 1974, inizialmente come funzionario e quindi, dal Gennaio 1987, come dirigente in varie strutture territoriali, in Lombardia e in Emilia, infine, dal Maggio 2000 sino al pensionamento nel 2013, in qualità di direttore regionale del Lavoro della Liguria, a Genova.

“Narratore atipico”, come ama definirsi, ha pubblicato le seguenti opere di narrativa: “Chopin Express – Reportage dalla Polonia” Editore Mauro Baroni, Viareggio, 1997; “L’ultima estate di pace” L’autore Libri, Firenze, 1999; “Isola Calva e dintorni – lettere dal Pianeta Giustizia” Edimet Edizioni, Brescia, 2002; “Faccia a faccia con l’ultimo sbirro di Stalin” Edizioni Albatros-Il Filo, Viterbo, 2011; “Diario di un burocrate per caso” Giovane Holden Edizioni, Viareggio, 2013; “Yerevan/Stepanakert – Ai confini dell’ex impero sovietico”, Edizioni Helicon, Arezzo, 2014; “Kaliningrad, Danzica e dintorni – Viaggio sul confine russo-polacco”, Edizioni Helicon, 2015; “Dante sulle rive della Moscova” Edizioni Helicon, 2016; “Viaggio in Georgia – tra memoria e futuro”, Edizioni Helicon, 2017; per le stesse edizioni ha pubblicato nel 2018 “Transiberiana 2018 – un viaggio tra mito e realtà”; nel 2019 “Pinerolo 1913 – Addio alla Belle Epoque”; nel 2020 “Il gigante di Barletta” e nel 2021 “Tra Prussia e Russia. I racconti di Kaliningrad”.

Ha inoltre vinto nel 2001 il “Premio della Cultura”, promosso con cadenza annuale dal Dipartimento Informazione ed Editoria della Presidenza del Consiglio.

Nell’ottobre 2010 è stato cofondatore dell’associazione senza scopo di lucro “TELA – Territorio Europa Lavoro” (www.tela-lavoro.it), della quale è stato anche Presidente.

Dal 1° giugno 2013, avendo terminato la propria carriera lavorativa, può finalmente dedicarsi totalmente ai suoi interessi basilari, fra i quali spiccano i viaggi all’estero e la scrittura.

Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito personale all’indirizzo www.paolovettori.com

Exit mobile version